A TU PER TU CON…ALESSANDRO SPADA

Avete raggiunto il primo obiettivo stagionale, cioè l’accesso alla seconda fase. Soddisfatto?

“Sicuramente la soddisfazione c’è, magari accompagnata da un’po’ di rammarico perché si poteva fare leggermente meglio. Noi ovviamente il nostro ce l’abbiamo messo ma eventi esterni, come i tanti infortuni che si sono succeduti e che ancora permangono hanno senza dubbio influito sul campionato.

Pensi che sarà possibile anche quest’anno raggiungere i play-off?

Anche in questo caso, un ruolo importante lo giocano, ahimè, gli infortuni. Sicuramente influiranno su quello che è l’obiettivo play off ma, come nella prima fase, anche nella seconda daremo il nostro meglio e mai dire mai”.

Sei cresciuto nella Cestistica Civitavecchia. Cosa ricordi della prima volta in cui sei entrato in palestra?

“Essendo praticamente nato nella Cestistica è qui che sostanzialmente sono nate le mie prime amicizie. Ricordo sicuramente tanta spensieratezza e anche il sogno di poter, un giorno, diventare un giocatore”.

Quale è stato il momento più bello in tutti questi anni nella Cestistica e quale la delusione più grande?

“Come momento più bello ricordo il mio primo canestro in prima squadra mentre la delusione più grande, ovviamente, la finale persa in gara 3 contro la Vis Nova. Ma anche questo può essere considerato uno dei momenti più belli perché comunque ci devi arrivare a giocartela!”.

Com’è il rapporto con i tuoi compagni di squadra?

“Il rapporto con i compagni veramente fantastico, andiamo tutti d’accordo e tutti si sono integrati nel gruppo”.

C’è qualcuno in particolare, tra quanti non fanno più parte della squadra, con i quali sei rimasto in contatto?

“Dei compagni vecchi chi più, chi meno sono rimasto in contatto con tutti. Forse Charles è quello col quale mi sento più spesso e che ha lasciato un ricordo più forte sia come persona che come giocatore”.

Che significato ha per un civitavecchiese giocare con la maglia della sua città?

“Giocare per la Cestistica ha un significato unico, così come giocare al PalaRiccucci. Magari con la pandemia ha perso il suo fascino per il minor pubblico ma speriamo che anche questa situazione passi presto affinchè quanta più gente possibile possa ritornare a fare il tifo per noi”.

Pubblicato da cestisticacivitavecchia48

Prima squadra e scuola di basket civitavecchia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: